Page 19 - I Dialoghi di Trani
P. 19
di restare nell’immaginario collettivo una sorta di dramma infnito e appa- ore 20:00 rentemente senza soluzione. E la guer- TRANI ra non ha fatto che mettere in evidenza ARCHIVIO DI STATO - PALAZZO VALENZANO il lato oscuro degli afghani - violenti, conservatori, oscurantisti - facendo LE RELAZIONI PERICOLOSE: dimenticare che nelle regioni afghane MAFIE E CLASSE DIRIGENTE si sviluppò la rafnata cultura che ha con Nicola Gratteri prodotto e continua a produrre bellez- e Stefano Costantini za oltre a politici tanto grandi quanto negletti. Alla vigilia della fne del raj C’è un’assuefazione che sconcer- britannico, ospitò una delle più auten- ta, come se la corruzione e la ma- tiche fgure del pacifsmo orientale: fa fossero tutt’uno con la bellezza Bacha Khan, detto il Gandhi della fron- struggente dei luoghi. Quel che è di tiera, pashtun e musulmano che predi- tutti non appartiene a nessuno. Che cava l’unità del mondo indiano col Co- importa se la corruzione avvelena rano ma senza le armi. Che infne, negli l’economia, provocando gravi disu- stessi anni, fu la fucina di uno dei primi guaglianze sociali o se la mafa am- esperimenti progressisti di moderni- morba l’esistenza di tanta gente, con smo con l’avvento al potere di Ama- la complicità di alcuni degli uomini nullah Khan e di sua moglie Soraya. chiamati a combatterla? ore 18:30 ore 21:30 TRANI TRANI PALAZZO DELLE ARTI BELTRANI PALAZZO DELLE ARTI BELTRANI EVOLUZIONE ASPETTA TE STESSO E CONTAMINAZIONI DELLA di Walter Veltroni LINGUA ITALIANA con Michele Lattanzio , Alessan- con Raffaele Simone, Edoardo Boncinelli dro Anglani e Gloria de Arcangelis e Cristina Battocletti regia di Carlo Dilonardo Troppo spesso oggi usiamo parole Una storia attualissima di disagio abusate e stinte nel loro signifcato verso il quale occorre porre una ri- sottovalutando o ignorando il potere fessione di natura civile e morale. enorme della parola: “sovrano poten- te…minuta e invisibile…compie i più grandi miracoli...”(Gorgia). Attraverso la parola diamo senso a noi stessi e al mondo, viviamo la libertà della molteplicità dei signifcati. Quali le implicazioni, quali le infnite possibilità?
   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   24