Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se prosegui la navigazione accetti il loro uso.      
 

Trani, Andria, Bisceglie, Corato
jQuery

I Luoghi

Polo Museale (Palazzo Ladispoto) - Trani

Il Museo dell'Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie-Nazareth, fu inaugurato nel 1975 per volontà dell'Arcivescovo Giuseppe Carata presso il Palazzo Addazi ( Ex Seminario Arcivescovile) al fine di dare una più adeguata sistemazione al materiale lapideo e scultoreo proveniente da scavi e demolizioni operate nella Cattedrale ed in altre chiese tranesi. Nel corso degli anni il patrimonio del Museo si arricchì notevolmente di opere e reperti di grande valore artistico e storico, per questo nel 1998 si ritenne opportuno creare una nuova disposizione delle collezioni impiegando anche gli ambienti dell'attiguo Palazzo Lodispoto (XVII sec.), anima portante del Polo Museale di Trani. Situato nell'incantevole Piazza Duomo, ospita sui suoi quattro livelli il Museo Diocesano, il Museo della macchina per scrivere della Fondazione S.E.C.A. e l'Area Culturale.

PIANO INTERRATO / MUSEO DELLA MACCHINA PER SCRIVERE / SEZIONE OLIVETTI
La Fondazione S.E.C.A ha voluto dedicare un intero settore del Museo all'imprenditore italiano dalla poliedrica personalità Adriano Olivetti, percorrendo tutta la strada evolutiva della sua produzione, partendo dalla prima macchina per scrivere creata dal padre nonché fondatore ingegner Camillo nel 1908 fino ai primi personal computer. Il percorso espositivo consente di conoscere l'evoluzione meccanica ed estetica di quelle macchine che fino a qualche decennio fa erano parte integrante di qualsiasi ufficio e dei problemi relativi al passaggio, a volte traumatico, della macchina elettronica. Presente all'interno del percorso del piano interrato un originalissimo settore "Toys", macchine ideate per i più piccoli, realizzate interamente in latta con sistema di scrittura ad indice e creazioni in plastica più recenti.

PRIMO PIANO / MUSEO DELLA MACCHINA PER SCRIVERE
Quasi centocinquant'anni di storia dei sistemi di scrittura meccanica sono racchiusi in una vasta collezione di modelli che ne testimoniano l'evoluzione, dalle macchine a battitura cieca a quelle con scrittura visibile, dalla prima portatile, alla prima elettrica a quella elettronica; sono circa 400 gli oggetti esposti nel Museo S.E.C.A., provenienti da tutto il mondo. Immancabili quanto di elevato valore storico, le macchine per non vedenti, anch'esse protagoniste, dalla prima con sistema di scrittura Braille fino alle più attuali di varia provenienza. La collezione prosegue con le macchine con tastiera cirillica, araba, ebraica, con caratteri giapponesi fino ai modelli in uso alla Wermacht e alle SS durante la seconda guerra mondiale.

SECONDO PIANO / MUSEO DIOCESANO
Il Museo dell'Arcidiocesi di Trani-Barletta-Bisceglie-Nazareth nasce nel 1975 per volontà dell'Arcivescovo Giuseppe Carata. La nuova disposizione ha così consentito una migliore esposizione delle opere, offrendo all'ammirazione dei visitatori questo scrigno di tesori. La prima area è riservata ai reperti riguardanti gli arcivescovi della diocesi. Stemmi, epigrafi e lastre tombali che ricoprono un periodo della storia diocesana tranese che va dal XIV sec d.C. sino ai giorni nostri con il busto di Monsignor Carata. La struttura espositiva centrale custodisce il prezioso tesoro capitolare, costituito da arredi sacri, argenti finemente lavorati e pregiate cartagloria. Nell'area centrale e sulle pareti circostanti sono esposti i reperti lapidei: frammenti provenienti dalla Basilica paleocristiana ( VI sec. d.C.), dalla fabbrica medievale ( teste di grifo di Nicolò Pisano, colonne in porfido, capitelli in albastro) dalle modifiche cinquecentesche ( Altare madonna delle Grazie). Fino alla compagine barocca. Superbo tesoro di questa sezione è il favoloso "Altarolo eburneo XIV sec." donato da Carlo D'Angiò al clero di Trani a seguito della sepoltura del figlio Filippo nella Cattedrale. Infine quattro salette espositive custodiscono la ricca collezione archeologica Lillo-Rapisardi ( VI sec a.C.- II sec. d.C.).

PIANO TERRA / SALA CONGRESSI
Il Polo Museale di Trani è anche un centro di attività che organizza eventi culturali -convegni, incontri, spettacoli teatrali, concerti, proiezioni cinematografiche- pensati per offrire ai visitatori occasioni di approfondimento e coinvolgimento: un luogo vivo, che instaura un dialogo attivo con la società di oggi. La sala congressi è uno spazio che ben si presta a ospitare eventi di vario genere con una capienza di 160 posti. Le dotazioni tecnologiche all'avanguardia come: videoproiezione hd, sistema di traduzione simultanea, schermo interattivo, consentono lo svolgimento di qualsiasi tipo di presentazione, proiettico o spettacolo.

PIANO TERRA / LA CORTE
La "Corte" di Palazzo Lodispoto con una spettacolare vista su Piazza Duomo è stata adibita a spazio articolato dove sarà possibile coniugare cultura e produzione per dar vita ad eventi che coinvolgano competenze artistiche, attività imprenditoriali e circuiti distributivi; un luogo dove le idee siano protagoniste della promozione culturale, uno spazio aperto alle proposte più innovative in collegamento con le realtà più vitali della città e dei dintorni; uno spazio attivo, vivo e fruibile tutto l'anno e durante l'intero arco della giornata. La superficie de "La Corte del Museo" è attrezzata con elementi mobili per consentire una facile gestione degli eventi.

PIANO TERRA / CAFFETTERIA
Tra la Corte e la Sala Congressi del Polo Museale di Trani, in due spazi arredati con i temi dell'arte, si trova la "Caffetteria del Museo", organizzata per offrire ai visitatori del Museo un servizio eccellente di caffetteria, aperitivi e antipasteria, nonché la gestione per l'organizzazione esclusiva di ricevimenti, meeting e convention ai quali, se richiesto, abbinare anche l'apertura straordinaria del Polo Museale.

 

PROGRAMMA

GIORNO PER GIORNO

PER LE SCUOLE

Le scuole interessate a partecipare agli eventi de I Dialoghi di Trani possono prenotarsi telefonando alla segreteria de I Dialoghi di Trani 0883.482966, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 13 e dalle 16 alle 18. Gli ingressi saranno possibili sino ad esaurimento posti.

MEDIA PARTNER

SEGUICI SU FACEBOOK

Copyright © (2015) Associazione Culturale "La Maria del porto" Home | I Dialoghi 2017 | Press | Credits | Edizioni Precedenti | Privacy Policy | Cookie Policy | Contatti
SEGUICI ANCHE SU