Edizione 2011

Il Cuore del Tempo: impegno, cura, sentimento

Il tempo ci appartiene come la dimensione più intima a ciascuno di noi: così, citando S. Agostino, ci collochiamo all’interno della riflessione più suggestiva per l’uomo contemporaneo scisso tra un tempo oggettivo, scandito dalla dimensione economica, politica e sociale, e uno soggettivo vissuto come memoria, sentimento, emozioni.
Noi apparteniamo al tempo: veniamo al mondo, trascorriamo in esso. Vivere, operare, divenire attraverso le nostre esperienze sono tutt’uno. Ma, se è vero che al tempo noi apparteniamo, è anche vero che il tempo ci appartiene e che ne disponiamo come di un dono, di un bene da capitalizzare, da dissipare, da impiegare, da dilatare includendo l’altro e il mondo.

Hai bisogno di aiuto?