Edizione 2012

Cambiamenti

Tramonta sul Mediterraneo e nelle roccaforti del mondo globalizzato l’idea di una società dai fondamenti indiscutibili e naturali. Politiche di gestione e credibilità dei governi sono sottoposte al vaglio dell’autenticità e della affidabilità, dopo aver assistito alla scalata dei corrotti contro gli onesti, all’esibizione dell’amoralità contro le istanze di un’etica pubblica, della smodatezza contro l’equilibrio. Un sistema in crisi che, sulla spinta di fattori contingenti, chiede cambiamenti: ma che cosa vuol dire cambiare e quanto siamo disposti a cambiare?
Mentre mutano le nostre idee e ciò che credevamo del mondo, degli altri e di noi stessi, giovani “indignati”, a partire da istanze diverse, usano la piazza fisica e virtuale, rivendicando una società più giusta e sostenibile. Con quali energie, quali risorse, a partire da quali modelli?
Le trasformazioni che si stanno verificando prendono direzioni inattese e questo provoca un disorientamento generale riguardo al futuro e a ciò che si deve fare nel presente. Quale l’approdo?

Hai bisogno di aiuto?