24 settembre 2022

La prenotazione ai singoli eventi sarà gradita ma non obbligatoria.

Ore 09:30

Caffè e quotidiani con l’autore

Dimore marinare

con Simona Maggiorelli  e Giovanni Di Benedetto

Ore 09:30

Eventi Treccani Cultura

Palazzo San Giorgio

con Gianluca Genovese

Nuovi modelli cognitivi: il mondo del digitale

Da Gutenberg a Google si anima il vivace dibattito critico odierno sulle “digital humanities” interessanti e innovativi progetti di frontiera, proposte per costruire ambienti di ricerca e di diffusione della conoscenza unitari e aperti, con attenzione particolare sia ai nuovi modelli tecnologici e cognitivi sia alla “nuova normalità” della società dopo la pandemia.


A cura della Fondazione Treccani Cultura

Ore 10:00 - 13:00

Laboratorio di scrittura creativa

Biblioteca comunale G. Bovio

Cortile

con Eleonora Sottili

Scrivere di sé (e non sbagliare persona)

A volte basta una domanda, una fotografia o un profumo, o persino quella marca di dentifricio che usavamo da bambini. 

C’è sempre un punto da cui possiamo iniziare a raccontare la nostra storia e prima di tutto bisogna trovarlo. Joseph Conrad si affacciava alla finestra, Frank Gerhy guardava nuotare delle carpe nella vasca da bagno, Bob Dylan invece mangiava pancakes e succo d’acero.

Ciascuno di noi può mettersi davanti alla finestra – o alla vasca da bagno – per esplorare quel territorio ricco e illimitato che è la nostra vita di tutti i giorni. 


A cura della Scuola Holden

Ore 10:40

Incontro con l’autrice

Palazzo San Giorgio

con Caterina Borgato e Lucia De Mari

Donne di terre estreme

Donne e luoghi ai margini. Nella depressione desertica della Dancalia etiopica, nell’inaccessibile isola di Socotra, sui remoti altipiani della Mongolia occidentale: un tacito “patto sociale” che esiste tra le donne e rappresenta le solide fondamenta di queste società sconosciute o dimenticate. Un messaggio per continuare a riflettere sulla condizione femminile, sugli squilibri e sulle disgregazioni che anche nelle società del benessere diffuso rendono ancora difficile l’affermazione sociale delle donne. 

Donne di Terre Estreme sostiene il progetto di solidarietà internazionale “Una Ger Per Tutti

Ore 11:30

Dialoghi con la storia

Palazzo San Giorgio

con Alessandra Tarquini

Storia della cultura fascista

I fascisti ritenevano che l’esistenza degli italiani avesse un senso esclusivamente all’interno dei propositi e delle attività del regime. In questo senso celebravano il primato della politica su tutte le altre manifestazioni della vita moderna e credevano che la cultura fosse uno strumento per realizzare la nuova civiltà nata con la presa del potere. Dal 1922 al 1943 diedero vita ad uno Stato totalitario che trasformò radicalmente la vita di milioni di persone.

Ore 12:00

Incontro con l’autore

Biblioteca comunale G. Bovio

Sala Maffucini

con Cătălin Pavel, Bruno Mazzoni e Silvia Panichi

L’archeologia dell’amore

“Se è possibile trovare sia pure solo una traccia dell’amore, significa che l’amore è sopravvissuto nella sua interezza.” Un’indagine archeologica sull’amore decifrando codici genetici, scheletri, affreschi, minuscoli resti e grandi monumenti per raccontare come l’essere umano ha amato nel tempo e nello spazio, sollecitando nuove domande con raffinata e inaspettata ironia.

A cura dell’Accademia di Romania

Ore 16:45

Incontro con l’autrice

Biblioteca comunale G. Bovio

Sala Ronchi

con Enrica Simonetti e Rossella Matarrese

Tutti pazzi per La Puglia

Dai cammini ai fari, dai luoghi più insoliti alle meraviglie naturali di un patrimonio unico. I volumi “Puglia, viaggio nel colore”, l’edizione inglese “Puglia, journey through colour” e “Tutti pazzi per la Puglia” costituiscono una trilogia che racconta itinerari e personaggi tra mare e Murgia, tra masserie e luoghi d’incanto in cui assaporare i silenzi, i venti, l’arte e la Storia millenaria del territorio.

Ore 17:15

Incontro con l’autore

Piazza Quercia

con Moisés Naim e Raffaella De Santis

Il tempo dei tiranni. Come Putin, Bolsonaro e gli altri governano il mondo

Il potere non è cambiato ma il modo in cui viene conquistato ed esercitato si è trasformato. Questo libro racconta gli autocrati delle tre “P”( populismo, polarizzazione, post-verità), raccoglie personaggi terribili e affascinanti, storie travolgenti di presa e di perdita del potere, trucchi e tattiche usate da certi leader per contrastare le forze che li minacciano. C’è una nuova guerra ideologica, in cui il potere politico tende a diventare assoluto fino a rendersi invisibile e quindi E la grande domanda: Qual è il futuro della libertà?

Ore 17:30

Incontro con gli autori

Biblioteca comunale G. Bovio

Sala Maffuccini

con Joshua Wahlen, Alessandro Seidita e Cenzio Di Zanni

Voci dal silenzio: un viaggio tra gli eremiti d’Italia

“Il viaggio nel silenzio e nella solitudine non è una fuga dalla realtà ma è rientrare in se stessi, interrogare il cuore”. Che valore possono avere il silenzio e la solitudine nella nostra vita quotidiana, assediata dal rumore, dalla frenesia e dall’inautenticità? Un incontro con gli eremiti del nostro tempo che parlano della loro scelta di vita con sapienza pratica e vocazione mistica, profonda umanità e invincibile speranza, alla ricerca della propria verità interiore.

Proiezione del video (40 mm.+ video)

Ore 18:30

Dialogo con la scienza

Piazza Quercia

con Telmo Pievani e Gaetano Prisciantelli

La natura è più grande di noi

I vaccini ci hanno fatto uscire dall’emergenza, ma se non rimuoviamo le cause profonde che ci espongono a nuovi agenti patogeni il rischio rimane. Ecco quindi l’ecologia della pandemia, cioè l’insieme di relazioni ambientali e sociali che la circondano. Il mondo è dominato da sempre dai microbi e noi Homo sapiens siamo un ramoscello recente, e fragile, nel grande albero della biodiversità. Eppure questo mammifero africano loquace e invasivo ha plasmato il mondo e ora deve adattarsi all’Antropocene che lui stesso ha costruito. La natura non è fatta per noi, non è madre amorevole né matrigna, ma una trama di relazioni in cui siamo immersi. La natura è molto più grande delle nostre conoscenze, ma attraverso la ricerca scientifica possiamo comprenderla sempre di più.

Ore 19:30

Dialogo

Biblioteca comunale G.Bovio

Sala Ronchi

con Chiara GiaccardiMauro Magatti e Simona Maggiorelli

Supersocietà: ha ancora senso scommettere sulla libertà?

L’epoca nuova sarà quella della supersocietà con la vita individuale e collettiva sempre più dipendente dalla tecnologia e dall’intreccio tra azione umana ed ecosistema. Saremo destinati a un mondo distopico o a una società dell’intelligenza diffusa e la libertà potrà ancora essere elemento cardine per tenere insieme sviluppo economico e democrazia?

Ore 19:30

DIALOGO

Piazza Quercia

con Michele Crisostomo e Giorgio Zanchini

La transizione ecologica tra innovazione e rischi occupazionali

Investire in ricerca e innovazione per affrontare la sfida della transizione ecologica rientra nella prospettiva di orientare riforme e risorse che prevedano la possibilità di sviluppare competenze specifiche rispondenti alle attuali esigenze legate alla green economy.

Ore 20:30

Incontro con l’autrice

Piazza Quercia

con Gemma Calabresi e Giorgio Zanchini

La crepa e la luce

Un’intensa e sincera testimonianza sul senso della giustizia e della memoria. Una storia di amore e pace. Il racconto di un cammino, quello che Gemma Capra, vedova del commissario Calabresi, ha percorso dal giorno dell’omicidio del marito, cinquant’anni fa. Una strada tortuosa che attraversa mezzo secolo, ricucendo i momenti intimi e privati con le vicende pubbliche della società italiana, percorsa, non senza fatica,  crescendo i suoi figli lontani da ogni tentazione di rancore e rabbia e abbracciando nel tempo l’idea del perdono.

Ore 21:30

DIALOGHI POP

Piazza Quercia

con Barbara Alberti e Felice Sblendorio

Anticonformista, brillante, ironica, sagace, Barbara Alberti ha scritto più di trenta libri, ha lavorato per la televisione, la radio, i giornali e come sceneggiatrice per i film di Liliana Cavani, Luca Guadagnino e Asia Argento. L’amore è il tema d’indagine a lei più caro e ritorna a narrarne in un nuovo libro, “Amores”, in cui racconta amori esemplari di donne e di uomini, grandi e comuni: da Maria Callas a Picasso, da Tolstoj a Majakovskij, da Grace Kelly al dio Eros.